Sarti e bocche cucite…

Chi desiderasse avvicinarsi alla professione del sarto può seguire un corso di sartoria professionale, per imparare a cucire a mano con ago e filo. I corsi si effettuano presso il MoViMento dove sarete istruiti a mentire scaricando sempre su altri le vostre responsabilità. Non vi venga mai in mente di fare i nomi degli istruttori. Verreste immediatamente espulsi. Infatti Di Maio ritiene che  l’espulsione sia doverosa, dopo che il vaso di pandora si è aperto. Le dimissioni della deputata dalla presidenza della Commissione Giustizia della Camera sono un “atto doveroso”, dice il vicepremier dopo l’annuncio della parlamentare M5s per la richiesta di archiviazione della sua denuncia ai danni dell’ex fidanzato. “Preciso che né Ilaria Loquenzi né Rocco Casalino mi hanno spinto a denunciare nessuno, ma si sono limitati a starmi vicino nell’affrontare una situazione personale e delicata”. Infatti Rocco Casalino tirato in ballo in una chat si affretta a dichiarare: ” Io non tutelo i parlamentari, ma il Movimento, come sanno tutti”. La vicenda era emersa dopo che il nome di Sarti era spuntato nell’elenco delle ‘Iene’ di deputati M5s che da eletti non avevano restituito gli stipendi al fondo. Sette i bonifici della Sarti, destinati al Mef, che però risultavano annullati. Quando fu interrogato dal pm Davide Ercolani, un anno fa, Bogdan, collaboratore della Sarti spiegò che se aveva agito, sul conto corrente online della deputata, lo aveva fatto con la consapevolezza di lei e avendone le password. Inoltre consegnò alla Procura una chat in cui Sarti gli annunciava la querela per togliersi dall’imbarazzo delle restituzioni ‘fantasma’

Tutti ora la “mollano” chiedendone le dimissioni ed auspicando l’espulsione. Sarebbe in ogni caso doveroso chiedersi come un personaggio simile sia potuto diventare Presidente della 2ª Commissione permanente Giustizia della Camera dei deputati… Sarà forse merito del Cambiamento???

PRIMO PIANO