il problema non sta nei genitali quanto nel cervello…

augias

“La guardi bene, guardi com’è atteggiata e com’era pettinata e come sono i boccoli che cadono…questa qui è una bambina che a 5-6 anni si atteggia come ne avesse 16-18”.

A parlare non è un critico d’arte che commenta l’opera della joie de vivre di Renoir nel ritratto di bambina con charlotte. A parlare o a straparlare è Corrado Augias da Giovanni Floris che ha usato parole inopportune nei confronti di una bambina scomparsa e in qualche modo colpevolizzato la vittima

Molti straparlano nel tentativo di “stare sulla notizia”. La Santanchè da Paolo Del Debbio, per essere originale, ha rivendicato la demolizione della torre omertosa e complice del Parco Verde di Caivano.

Non si è fatto attendere lo sdegno del Parroco della “terra dei fuochi” che si è schierato in difesa degli inquilini che sarebbero costretti a dormire per la starda…Qualcuno dovrebbe spiegare a Don Maurizio Patricello che se vuole essere il rappresentante del popolo può scegliere di candidarsi rinunciando alla parrocchia e alla sua particolare predisposizione a dir messa a sproposito…

Roberto Mirabile, presidente de “La Caramella Buona” ha giustamente sputtanato i comportamenti strumentali e populisti di chi propone la castrazione chimica ignorando che il problema non sta nei genitali quanto nel cervello… chi sa se si ha voluto riferirsi solo ai pedofili…

Pesce fuor d’acqua Piero Sansonetti che inutilmente ha tentato di proprorre il “dubbio” del garantista: non saranno mica tutti colpevoli d’omertà gli abitanti di Caivano?

In carcere intanto qualcuno ha accolto l’orco, o presunto tale, tentando di “accorciare” i tempi della giustizia…

Per carità fermatevi. Cessate di stupirci. Non abbiamo bisogno dei vostri commenti indignati a pagamento. Non abbiamo la smania di conoscere l’opinione della Santanchè sulla pedofilia. Siamo seri. Quei bambini erano soli. Esposti alle sevizie dell’orco e nessuno si è preoccupato di capire, di parlare, di denunciare, di salvare, di soccorrere innocenti che imploravano aiuto.

Preferiremmo e pretendiamo che le vittime innocenti siano rispettate a cominciare dai servizi interessati di chi si preoccupa di fare audience con commenti gravi e vergognosi quanto la tragedia…

visti in tv