“Povera la mia città “ in mano alla propaganda…

di Francesca Tursi

 

Taranto è una città bellissima!
Lo ha detto giorni fa una mia cara amica milanese laureata Bocconi che, iniziando dalla gavetta ,ora a 30 anni è manager di una importante azienda.
Le ho fatto visitare il borgo umbertino , il lungomare,la città vecchia ed infine il quartiere Tamburi.
Si ,ho allungato il giro turistico fin “sui Tamburi” perché volevo che lei vedesse cosa è ciò che si racconta in TV.
Tamburi è parte integrante della città e a sua volta della fabbrica ma è periferia . Tamburi è un quartiere caldo, socialmente forte, avvolto da una pesante coltre di inquinamento dove i bambini vanno a scuola a ridosso delle collinette contaminate ma se poi il Sindaco ne vieta ,a tutela , l’accesso ,le mamme si ribellano . Ai Tamburi sempre a proposito dei bambini si parla di discriminazione razziale !Tamburi è monitorato costantemente ma la qualità dell’aria è pessima. Ai Tamburi la gente ha bisogno dello Stato ma le Stato viene lasciato solo. I cittadini non sono dalla Sua, dalla loro stessa parte. Si lanciano invettive , ci si divide, si da addosso al politico di turno, si crede, ingannandosi quando qualcuno trova soluzioni semplici ad un problema complesso. “ Chiudiamo l’Ilva! “
Ai Tamburi in cielo appaiono i teschi come ha riportato nientemeno che “La Repubblica “ quando invece gli organi di stampa dovrebbero fare cronaca e non propaganda! Se cerco il significato di propaganda Wikipedia mi dice “Azione intesa a conquistare il favore o l’adesione di un pubblico sempre più vasto mediante ogni mezzo idoneo a influire sulla psicologia collettiva e sul comportamento delle masse.”
Questa è stata la propagandalive di ieri sera su La7. Ha dato eco alla protesta a tutto ciò che Taranto non deve essere, distruggendo l’immagine di una Città bellissima.
“Povera la mia città “ ha detto Claudio Leone , in mano alla propaganda.
A Milano invece ritornerà l’immagine di una Taranto bellissima, che però deve imparare a unirsi e collaborare per risolvere i pesanti problemi che l’affliggono e dove dal cielo i teschi devono sparire perché i cittadini ,alzando ogni mattina il proprio sguardo ,dovranno saper leggere solo messaggi di speranza e di fiducia per il nostro futuro.

Senza categoria