Potete sperare…

trapianto del pene

La notizia giunge dagli states e renderà felici molti miei amici e conoscenti.

Thomas Manning, 64 anni ha ricevuto lo “strumento” da chi non poteva più servirsene…

Il primo trapianto di pene si è effettuato in quindici ore di sala operatoria al Massachusetts General Hospital di Boston, utilizzando l’organo da un cadavere.
Per avere la certezza che il trapianto sia riuscito ci vorranno settimane: inizialmente – ha spiegato Curtis Cetrulo, direttore del team di chirurghi che hanno operato Manning – bisognera’ verificare la capacita’ del paziente di urinare, in seguito il ritorno delle funzioni sessuali. In preparazione da anni negli Usa, l’operazione – definita “una pietra miliare” dagli esperti – verra’ replicato in particolare sui reduci di guerra ed i malati oncologici. Il paziente, che aveva avuto il pene amputato a causa di un raro tumore, sta bene ed ha dichiarato che l’operazione non e’ stata dolorosa: “è stata un’operazione del cazzo “…

CRONACA