Non avrai altro Dio fuori di me…

Dio è il più Grande e a lui solo spetta il giudizio sugli uomini…

Se un eletto M5s riceve un avviso di garanzia ciò “non comporta alcuna automatica valutazione di gravità” da parte del garante Beppe Grillo e dei probiviri. Tuttavia Grillo, nella sua veste di garante può sempre valutare la gravità dei comportamenti degli esponenti cinque stelle, anche “a prescindere dall’esistenza di un procedimento penale”. E’ la sintesi del codice di comportamento del Comitato di Salute pubblica che  a partire dalle 10 di oggi sarà online per la ratifica del “popolo pentastellato”.

In previsione di “un avviso in viaggio” per Virginia, Grillo e il suo movimento diventano garantisti è la lettura che in molti sono propensi a dare. Sfugge invece che la natura fascista e forcaiola del comico e dei suoi seguaci sia ulteriormente confermata.

Al di la del formale richiamo al rispetto della Costituzione della Repubblica, l’art. 27 relativo alla presunzione di non colpevolezza fino alla sentenza definitiva di condanna viene abrogato d’ufficio dal Garante del movimento che con  il Collegio dei Probiviri o il Comitato d’Appello, “in virtù e nell’ambito delle funzioni attribuite dal Regolamento del MoVimento 5 Stelle, valutano la gravità dei comportamenti tenuti dai portavoce, a prescindere dall’esistenza di un procedimento penale”. E’ considerata grave ed incompatibile con il mantenimento di una carica elettiva quale portavoce del MoVimento 5 Stelle la condanna, anche solo in primo grado, per qualsiasi reato commesso con dolo, eccettuate le ipotesi indicate all’ultimo comma. A tal fine, sono equiparate alla sentenza di condanna la sentenza di patteggiamento, il decreto penale di condanna divenuto irrevocabile e l’estinzione del reato per prescrizione intervenuta dopo il rinvio a giudizio. E’ invece rimessa all’apprezzamento discrezionale del Garante, del Collegio dei Probiviri con possibile ricorso del sanzionato al Comitato d’appello la valutazione di gravità ai fini disciplinari di pronunzie di dichiarazione di estinzione del reato per esito positivo della messa alla prova, di sentenze di proscioglimento per speciale tenuità del fatto, di dichiarazione di estinzione del reato per prescrizione.

“I portavoce, quando ne hanno notizia, hanno l’obbligo di informare immediatamente e senza indugio il gestore del sito con comunicazione da inviare al link www.movimento5stelle.it/contattaci.php, dell’esistenza di procedimenti penali in corso nei quali assumono la qualità di indagato o imputato nonché di qualsiasi sentenza di condanna”. Come dire chi non fa la spia non è figlio di maria non è figlio di gesù e quando muore va laggiù..va laggiù da quell’ometto che si chiama garante.

Sarà lui e solo lui a decidere “perché io so io e voi non siete  un cazzo”… Altro che “combinato disposto”. Provate a coniugare il Codice di Comportamento con il contratto firmato dalla Raggi con la Casaleggio Associati e comincerete ad avere esatta cognizione di quanto sta avvenendo sotto i vostri occhi: ognuno vale uno ma Grillo e la Casaleggio vogliono decidere per tutti noi!

PRIMO PIANO