“Uno scandalo”…

sondaggi-roma-primo-turno

E’ sempre uno scandalo… qualsiasi cosa dica o faccia va sempre considerato tale, a prescindere.

Il “cazzaro”, come a loro piace definirlo, sarà a Roma il primo giugno con Roberto Giachetti. Virginia Raggi lo definisce uno scandalo perchè “Il premier non sta facendo il suo ruolo di premier  in maniera imparziale perché l’ha giurato sulla Costituzione”.

Reagisce così il candidato a cui il M5S vorrebbe affidarere il governo della capitale ad una manifestazione abbastanza scontata nell’epilogo della campagna elettorale. Qualcosa non va come avrebbero voluto i pentastellati e cominciano a dare segni evidenti di nervosismo. La Raggi fa fatica a parlare di Roma e scappa da ogni confronto. Probabilmente perchè ogni confronto segna l’inadeguatezza del candidato #tuttochiacchiereedistintivo.

“Attenti osservatori” avevavo segnalato che ormai Renzi dando per scontato un risultato negativo delle amministrative, aveva deciso di giocarsi tutto sul referendum costituzionale e invece i fatti stanno dimostrando il contrario tantè che il primo giugno affronterà gli elettori romani con Roberto Giachetti.

Del resto nei giorni scorsi i sondaggi degli istituti Ixe e Demos rilevavano i tre possibili candidati in corsa in Virginia Raggi, Roberto Giachetti e Giorgia Meloni ormai in fuga rispetto al  civico Alfio Marchini sostenuto da Berlusconi. E il cavaliere che di sondaggi se ne intende non ha perso tempo: “Saremo dalla sua parte “, riferendosi all’eventualità che Giorgia Meloni, candidata ora non sostenuta da Fi, dovesse arrivare al ballottaggio a spese di Alfio Marchini. E se al ballottaggio arriavassero Raggi Giachetti? La domanda sorge spontanea e se la saranno posta anche i più stupidi. Sarà un altro scandalo dopo che Fassina ha “tuonato” che i suoi voti non andranno a Giachetti…

PRIMO PIANO