Fausto Brizzi è innocente:”L’impianto narrativo articolato nell’atto di querela non consente di individuare, neppure in astratto, elementi fattuali qualificanti l’assunta violenza sessuale”

Hanno costruito intere trasmissioni contro di lui. Celebrato il processo sulla stampa prima ancora che in tribunale.  Lo hanno dipinto come un molestatore. Lo hanno massacrato sugli schermi televisivi per giorni, giorni, giorni, contendendosi audience…
Ora si scopre che è innocente.
Chi lo accusava non avevano detto tutta la verità. Dopo mesi di gogna mediatica i giudici lo hanno definitivamente archiviato.

Il “famoso giornalista”…l’unico “trombato” è lui nel collegio  10° di Roma dove il m5s lo ha candidato.

La famosa trasmissione… continua la sfida nonostante la sentenza: abbiamo raccontato “il peccato” e non abbiamo fatto il nome del “peccatore”. A fare il nome di Brizzi è stata la stampa italiana e noi lo abbiamo solo successivamente riferito. Abbiamo diffamato Brizzi o abbiamo fatto semplicemente il nostro dovere?
«Questo giudice, in sintonia con la chiara posizione espressa dall’organo inquirente, non intende relativizzare la gravità di certe condotte in ragione di una peculiare categoria di appartenenza della vittima bensì soppesare il disvalore di determinati atti, inquadrandoli nell’ambito dello specifico contesto di intimità nel quale sono stati compiuti, indipendentemente dalle modalità e dai passaggi attraverso i quali si è venuta a costituire quella particolare situazione nella quale il palpeggiamento o il gesto ancor più invasivo è oggettivamente privo delle connotazioni di insidiosità ed imprevedibilità, ancorché repentino ed improvviso e non può essere stigmatizzato al pari delle azioni materiali sottese alle pronunce della giurisprudenza di legittimità citate dalla difesa delle opponenti».

Fausto Brizzi è innocente.
La giustizia è una cosa molto più seria dei servizi scandalistici! La giustizia non è il giustizialismo!
La verità arriva, non sempre, quasi sempre in ritardo, dopo che il giustizialismo ha prodotto il danno. Non sempre lo ripaga…

Senza categoria