Dai, dicci la verità: come stanno realmente le cose?

C’è un’altra epidemia. Colpisce prevalentemente le menti fragili con predisposizione al thriller.

Mi capita d’incontrarle in questi giorni e purtroppo la tosse insieme al toscano che da ragazzino non mi hanno mai abbandonato li induce ad essere sospettosi: Tutto bene? Mi chiedono indagando, ed io rispondo loro assicurandoli e portando immediatamente la mano destra alla tasca cercando quel che resta…

Tranquillizzati, ma non credo del tutto, comincia l’interrogatorio. Tu che ne pensi? Qual è la verità. Chi sono gli untori? Li state cercando? Pare che ci sia una colonia di asiatici che vive nei pressi…saranno loro ad aver portato il contagio?

Poi ci sono quelli più attenti alle strategie internazionali. Wuhan è la città della provincia di Hubei dove si è sviluppato il contagio. Pare che ospiti un centro di ricerca militare cinese. Si narra di una strana esercitazione militare nel settembre 2019 per simulare una possibile minaccia batteriologica. Casualmente il nemico da battere fu chiamato “coronavirus”, definizione che, ricordiamolo, riguarda una grossa quantità di virus conosciuti per causare diverse malattie. Due mesi dopo a Wuhan fu registrato il “paziente zero”…

Saranno stati i cinesi contro gli americani o gli americani contro i cinesi? D’altra parte gli americani non sono nuovi a queste operazioni. Non dimentichiamo che sterminarono gli indiani di America assoggettandoli al trader’s brew, il distillato del mercante, l’acqua di fuoco nella quale l’alcool era rinforzato con generose dosi di succo di tabacco e sangue di animale per dargli colore e corposità. Una pozione infernale che non solo ubriacava gli indiani, ma li avvelenava, accreditando un’altra leggenda del West secondo cui i pellerossa, erano esseri razzialmente inferiori, non reggevano l’alcool come i veri uomini, come i bianchi.

I cinesi dalla pelle gialla avranno pensato di vendicare i fratelli dalla pelle rossa…

Ma non è escluso pensar che possa essere stato Donald Trump il mandante interessato a  sconfiggere irrimediabilmente la potenza economica della via della seta…

Poi ci sono i commentatori di politica interna. Esperti delle congetture, ma soprattutto delle perfide strategie di potere. Il rumors prevalente è prevedibile. Basta entrare in un mercato, avvicinarsi ad una bancarella di frutta  e verdura, fra le  borse rigorosamente di plastica, portate a fatica da un esperto pensionato ambientalista, per apprendere la verità: Ha stato Renzi. Ha stato lui, che aveva detto che avrebbe lasciato la politica e invece ste rrrombeancoreuKazze e mo sen’ha ventate n’otre: Il sindaco d’Italia!!! Vuole che moriamo tutti e s’ha nventate stukazze de coronavirus. Devono morire tutti, si salveranno solo gli ospiti della casa del grande fratello e lui potrà tornare a fare il sindaco d’Italia…Magari d’accordo con Barbara Durso che con il cuore prenderà per il culo quelli che rimarranno chiusi in casa e non andranno a votare…Novefacitefafesse! So tutte chiacchiere!!! Allontanandosi mi urta il braccio con un gomito e mi sussurra in un orecchio: io ho scelto il Matteo buono, il capitano. Questa volta non mi faccio fottere dai grillini. Mi verrebbe da congedarlo con un vaffan… ma gli untori esistono, eccome!!!

PRIMO PIANO