Beppe Grillo a gamba tesa sui suoi…

Gli ostacoli riguardano il programma che, strumentalmente da parte del M5*,  si  fanno lievitare come punti invalicabili,  ma che, concretamente, si concentrano sempre più sulla composizione della squadra di governo. Il rospo deve ingoiarlo Luigi Di Maio e buona parte dei Ministri uscenti che si sono dimostrati inadeguati tanto da agevolare nel governo gialloverde le ambizioni di Capitan Fracassa. Del resto chi ne ha pagato e potrebbe pagarne il prezzo più alto è proprio il Movimento. E nel Movimento ormai non se ne fa più mistero. Certo, nel programma di Governo della nuova maggioranza   si vogliono difendere i punti identificativi ma si è scelto di affidare la mediazione politica al nuovo leader Giuseppe Conte perchè è l’unico a godere di un gradimento popolare registrato nei sondaggi.  Chi sta tirando la corda per non essere retrocesso sa che se si andasse al voto  la rottura proprio con lui sarebbe la certificazione di un fallimento determinato dalle ambizioni personali dell’ex Vice Pesidente del Consiglio e di molti ex Ministri.

Nel vertice a Palazzo Chigi con Giuseppe Conte, Pd e M5S il dialogo è ripreso concretamente per la determinazione del premier incaricato che ha fatto ventilare la possibilità di rinunciare al mandato e Beppe Grillo è entrato in gioco a gamba tesa sui suoi confermando l’endorsement su Conte e l’alleanza con il Pd: “mi rivolgo al Pd. Alla base dei ragazzi del Pd, è il vostro momento questo, abbiamo un’occasione unica, Dio mio, unica. E allora cerchiamo di ricompattare i pensieri, di sognare un attimo a dieci anni con la visione”

Lo ha fatto scrivendo sul suo blog. La busta è indirizzata è indirizzata ai “ragazzi del Pd” ma il contenuto riguarda i suoi ragazzi e le loro ingiustificate ambizioni: “sono esausto. Abbiamo da progettare il mondo, invece ci abbruttiamo, e le scalette e il posto lo do a chi e i dieci punti, i venti punti, basta! Questa pena che vedo, questa mancanza di ironia, dovete sedervi a un tavolo e essere euforici perché appartenete a questo momento straordinario di cambiamento”. Parole che forse possono rappresentare la svolta interna ai Cinque stelle e mettere il turbo all’accordo con il Pd. Coraggio Beppe ogni famiglia ha i suoi problemi e quelli della tua puoi risolverli solo tu, del resto sono figli tuoi. O no???

PRIMO PIANO