Viene giu’ tutto…

20161030_0854471

Ore 7.41 nuova scossa di magnitudo 6.5 in Umbria, epicentro tra Norcia, Preci e Castel Sant’Angelo sul Nera. Il terremoto è stato a 10 chilometri di profondità. La terra ha tremato per oltre un minuto ed è stata avvertita fortissima in tutto il centro Italia ma anche lungo ttutto lo stivale, da Bolzano alla Puglia.

‘E’ crollato tutto, vedo colonne di fumo, e’ un disastro, in disastro!”. A dirlo è  il sindaco di Ussita, uno dei comuni più colpiti dal sisma del 26 ottobre, Marco Rinaldi: ”Dormivo in auto, ho visto l’inferno…”

“E’ venuto tutto giù, ormai non ci stanno più i paesi”. Così il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci dopo l’ultima scossa di magnitudo 6.1. “Per fortuna che erano zone rosse – aggiunge -. La poca gente che è rimasta è scesa in strada, si sta abbracciando. Adesso stiamo andando in giro per le frazioni per vedere quello che è successo”.

La Basilica di San Benedetto e la cattedrale di Santa Maria argentea, a Norcia, sono crollate.

Paura a Roma, molte famiglie sono state  svegliate dal terremoto avvertito nella Capitale, più forte rispetto ai giorni scorsi.  La gente spaventata è scesa in strada in diverse zone della città. La metro è stata temporaneamente interrotta per verifiche. A Roma in zona Marconi, via Bartolomeo Cristofori pare sia precipitato un ascensore all’interno di un condominio fortunatamente non si segnalano vittime. La Salaria è bloccata al Km 112 proveniente da Roma per caduta massi.

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento