Una scoreggina fritta…

Antonio Tasso, candidato del M5S all’uninominale di Cerignola-Mafredonia, è stato condannato in primo grado nel 2007 alla pena di sei mesi di reclusione. La pena è stata sospesa perché non aveva precedenti penali”. Il processo è finito poi in prescrizione. Tasso afferma, “in perfetta buona fede”  di “aver inviato tutti i certificati giudiziari al M5S, che sono risultati puliti”.

Peccato che non abbia informato i “confratelli” del Movimento d’inquisizione di aver subito un processo. Per questa ragione è stato segnalato al collegio dei probiviri per essere  espulso. Ci ha pensato don Giggetto Di Maio prefetto della congrezione per la dottrina della fede….

Anche per Salvatore Caiata  candidato del M5S nel collegio uninominale della Camera Potenza-Lauria.”è stata chiesta l’espulsione.   E’ indagato per riciclaggio dalla Procura di Siena: “Qualora dovessi essere eletto sosterrò il programma e il Movimento. Io continuo a correre, rimango coerente al Movimento cinque stelle, ho sposato il progetto del M5S e per cui continuo la mia competizione elettorale.

Fatti avvenuti fra Puglia e Basilicata dov’è noto uno dei  proverbi più celebri della cultura napoletana: no sputa n’ciele c’anfacce te vene… Un monito alla furbizia: Non sputare verso il cielo, perché ti ritorna in viso, secondo le più banali leggi della fisica. Non m’illudo che il candidato premier del M5S conosca la fisica, ma da beneventano, candidato nel collegio di Pomigliano dubito che sia limitata la sua conoscenza dei proverbi partenopei.

Ciò che non ha limiti è l’ingenuità dei suoi sostenitori ai quali aveva preannunciato in queste ore di salire al Quirinale per informare il Capo dello Stato sulla  sua squadra di governo.

E’ stato ricevuto  dal segretario generale! Segno evidente che il Presidente Mattarella ha ritenuto prematuro affidargli l’incarico di formare il governo prima delle elezioni. Una sciocchezzuola, una bazzecola, una quisquilia, una pinzellacchera, l’avrebbe  definita il principe De Curtis… temo invece sia per Giggetto l’ennesima figura di merda. Non sarà un caso che Vittorio Sgarbi abbia deciso di rivolgersi a lui parlandogli dal bagno…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento