Transfugo grillino: non andare via…

Io… io t’offrirò perle di pioggia venute da dove non piove mai

aprirò la terra giù fino nel fondo per coprirti d’oro e di luce…

Lui, il veterano, ispirato dal grande  chansonnier di lingua francese Jacques Brel, ha inteso usare la  struggente invocazione…dichiarando la sua disponibilità! Molti si sono illusi che volesse ritornare al suo primo e vero amore ora che emergono difficoltà economiche per la nuova proprietà cinese. E invece no. Il leader di Forza Italia non ricomprerà il Milan. “Il mio cuore resta legato alla squadra ma da quando nel calcio sono entrati i soldi del petrolio, per una sola famiglia il costo di una squadra di alto livello è insostenibile.

Meglio occuparsi delle “svendite”. In questo caso poi gli acquisti sarebbero assolutamente gratuiti:” Non si dice mai di no a chi è pronto a sottoscrivere il tuo programma, ha sottolineato nella diretta degli studi di Corriere Tv. I grillini sono persone prese un po’ a casaccio, gente che in molti casi non ha mai lavorato. Sostenere il governo sarebbe molto conveniente per loro, incasserebbero la totalità dell’indennità di carica” lui, il veterano, l’assicura a spese nostre…

L’importante e che non vadano via dal parlamento (non ci hanno mai pensato) lui sarebbe felice d’accoglierli e loro avrebbero tutto da guadagnare.

Matteo Salvini si dice certo di vincere “senza raccattare i transfughi e profughi politici dei Cinque Stelle. I 5 stelle potevano selezionare meglio prima i loro candidati, è il primo caso della storia dove se ne vanno prima di essere eletti”.

Non se ne andranno… Salvini ci fa e ci è! Si dice contrario “ai minestroni fuori stagione” ma nel ministrone che prepara il veterano non potrà mancare la sua zucca…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento