Si vendera’ l’anima al diavolo…

pensionati

E’ il commento prevalente di chi ritiene che Renzi e il Governo sino al 4 dicembre, giorno in cui si vota sul quesito referendario, faranno di tutto per raccogliere consensi.

Governo e sindacati hanno raggiunto un primo accordo sugli interventi sul sistema pensionistico. Misure  sui precoci e l’estensione e l’aumento della quattordicesima per i pensionati con i redditi più bassi.

Uscita a 41 anni per precoci in difficoltà, categorie di lavoratori in difficoltà, come disoccupati senza ammortizzatori sociali, disabili e chi ha svolto attività gravose.

Assegno ‘minimo’ per accedere all’anticipo pensionistico su base volontaria, bisognerà avere maturato una pensione “non inferiore a un certo limite”.
Quattordicesima estesa a 3,3 milioni di persone ovvero ai pensionati con redditi complessivi personali fino 1.000 euro al mese. Si tratta quindi di quasi 1,2 milioni in più rispetto alla attuale platea di beneficiari. La cosiddetta quattordicesima adesso riconosciuta ai pensionati con redditi complessivi personali fino a 750 euro mensili sarà estesa anche a coloro che hanno redditi fino a mille euro al mese (2 volte il trattamento minimo). Per coloro, 2,2 milioni, che hanno già il beneficio l’importo sarà aumentato.

“Si è fatto un buon lavoro, ma non è ancora concluso”. Così il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha spiegato come, in particolare, sia risultata positiva la distinzione tra lavori, privilegiando nell’uscita chi ha svolto attività più faticose.

“I sei miliardi stanziati non sono sufficienti – ha detto il segretario Uil Carmelo Barbagallo – e non dimentichiamo gli esodati e il resto della piattaforma”. Si è fatto “un buon lavoro” ma “non è finito” e “si guarda alla stanziamento con la lente rivolta alla fase successiva”. Insomma, aggiunge, “la discussione continua”.

“Dopo tanti anni i pensionati vedono un po’ di giustizia”. Così il segretario generale della Cisl, Annamaria Forlan, questo non significa che “ci accontentiamo: “il lavoro va avanti, restano ancora tante cose da fare”, ma quello di oggi “è un buon risultato”.

Si venderanno l’anima al diavolo…e chi se ne frega, anzi no ci frega e come se la sostanza è positiva! L’esercito dei benaltristi consumerà fiumi d’inchiostro per convincerci che “sono solo chiacchiere” …

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento