Salvini e U’ cutturidd de U’ cicatidde…

La storia non si cancella…riaffiora sempre dietro il photoshop! A farla riaffiorare ci pensano i “protagonisti di ieri che resistono ai “salta fossi” di oggi!

Rossano Sasso, candidato della Lega in Puglia è riuscito a far perdere il tipico aplomb del governatore della Lombardia Roberto Maroni per una foto taroccata   che cancella dall’immagine del corteo di sabato scorso a Milano una bandiera con la scritta ‘Prima il Nord’ .

Il candidato della Lega nel collegio uninominale di Altamura presente a Milano per la manifestazione del leader nazionale del partito, aveva pubblicato una foto in cui campeggiava in alto a destra una bandiera con la “scomoda” scritta ‘Prima il nord’ che qualche attimo dopo veniva sostituita con un’altra identica ma in cui “magicamente” quella scomoda scritta era scomparsa.  “Ho modificato la foto perché quella bandiera non era rappresentativa della piazza che ho vissuto” si giustifica Sasso .

Immediata la reazione dell’assessore lombardo Gianni Fava: “La gloriosa storia della Lega Nord non può finire così e non finirà”! Roberto Maroni ha provveduto a diffondere con un twittwr il messaggio del suo assessore: “Se si permette a qualche saltafossi dell’ultima ora di rappresentare il movimento annientandone l’essenza politica, allora la cosa diventa ancor più pericolosa. Io continuerò a dire: Prima il Nord! Io però come tutti sanno non devo chiedere scusa. Io no!”.

Ma Salvini oggi dice:  “prima gli Italiani” e tanto basta a Rossano Sasso per portare la Lega ad Altamura. Speriamo solo che “U cutturidd de U Cicatidde” gli vada di traverso…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento