Parlano tutti albanese…

Si affrettano a smentire. Tutto è rinviato a dopo l’incontro con i sindacati previsti per il prossimo 30 maggio.

“I commissari  hanno presentato al Comitato di sorveglianza i risultati della gara e la loro proposta di aggiudicazione”. Il ministro dello Sviluppo economico procederà nei prossimi giorni alla valutazione della proposta e assumerà le proprie determinazioni. Ma è già tutto deciso: La cordata Arcelor Mittal-Marcegaglia si è aggiudicata l’Ilva.

C’è tutto l’interesse a soffermare l’attenzione su Ardelor Mittal, sorvolando su Marcegallia ed il suo partner CISA S.p.A.. “ex capitale dell’industria pubblica siderurgica, dopo una lunga crisi economica e istituzionale negli anni ‘90, si ripropone oggi come uno dei centri propulsivi del Mezzogiorno. E che guarda ad un’economia integrata rivolta a rilanciare il turismo, i servizi, le imprese, il ruolo del porto” si legge testualmente su un link di presentazione della società.

A ben vedere: l’ILVA, i rifiuti, il porto, Nuova Yardinia. E’ inutile aspettare le determinazioni del Ministro e del Governo. Taranto sta diventando una provincia albanese. Così fu in passato quando una diffusa generazione di rivaboys svendettero la nostra salute. Taranto non smette mai di stupirci…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento