Di Maio e la sceneggiata…

La sceneggiata è una rappresentazione demagogicopopulista. Canto melodico drammatico e recitazione di genere partenopeo. S’impernia su una canzone di grande successo, sulla quale si sviluppa  un tema musicale ed un testo teatrale in prosa.

A determinarne la nascita è il Governo italiano. Dopo la “disfatta di Caporetto” ed una politica frivola e degradata, che appesantisce le tasse, spinge ad ideare uno spettacolo “misto”. Il genere perde il suo impatto sul pubblico e cade in disuso sul finire del primo ventennio degli anni 2000…

Le tematiche portate in scena dagli autori sono l’amore, il tradimento, l’onore, la malavita , sintetizzate dai protagonisti: isso, “lui”, l’eroe positivo; essa, “lei”, detta la “prima donna”, l’eroina; ‘o malamente, “il cattivo antagonista”.

Comprimari li accompagnano in scena: ‘o comico, ideatore delle parti buffe e regista del repertorio comico.

Molti i cosiddetti «poeti di compagnia» incaricati di rifornire, a getto continuo, i testi delle sceneggiati. Tra questi i Di Maio, famiglia di attori e autori teatrali italiani originari di Napoli. I Di Maio nascono artisticamente parallelamente alla famiglia teatrale degli Scarpetta, infatti sia Crescenzo Di Maio che Eduardo Scarpetta debuttano artisticamente nel 1875. In seguito, con la seconda generazione, rappresentata Gaspare e Oscar, negli anni venti la famiglia si dedicherà alla sceneggiata con la compagnia Cafiero-Fumo. Dagli anni settanta agli anni novanta la terza generazione, con le attrici Olimpia e Maria, e Gaetano Di Maio, autore di commedie messe in scena al Teatro Sannazaro gestito da Luisa Conte. Dagli anni ’90 i cugini Oscarino Di Maio e Oscar Di Maio sono la quarta generazione. Oscar, attraverso il personaggio ‘O cafone e il programma televisivo Telecafone, si occuperà di Varietà. Nel 2000 si avrà, accompagnata dalla prozia Olimpia, il debutto della quinta generazione rappresenta da Giggino Di Maio che che si cimenta al San Paolo come stewart accompagnando molte volte il presidente De Laurentiis al proprio posto, conquista la parte di protagonista nella commedia Madama quatto solde…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento