Lo scorpione Martinpresidente…

di Alfredo Venturini

Big Michele Orione era un gigante cacciatore dagli occhi celesti che si accompagnava con il fidato amico Rinaldo Sirio. La dea Carlo Calenda Artemide, avrebbe voluto conquistarlo ai piani AmInvestco Arcelor Mittal, per l’Ilva;  ma scoprì che il gigante si era invaghito della decarbonizzazione  e per vendicare l’incredibile affronto la dea inviò il  “fedele servo” Martino lo scorpione con il suo subdolo pungiglione per avvelenarlo.

Quando ZeusGentiloni scoprì cosa era successo si adirò molto, e dall’alto dell’Olimpo fulminò con una folgore lo scorpione… e la dea mandante che nel frattempo aveva preso a litigare con ApolloRenzi su l’abolizione del canone Rai…

Se il referendum dello scorso anno avesse avuto un esito diverso  non staremmo ora a discutere dell’intervento ad opponendum presentato dal Martinpresidente “a tutela degli atti che hanno dato nuovo impulso all’attività dello Stabilimento Ilva”(sic!)

Siamo certi che i consiglieri provinciali vorranno esprimersi su questo “estemporaneo”  metodo del Martinpresidente di  esercitare  “le funzioni di difesa del suolo, tutela e valorizzazione dell’ambiente e controllo delle emissioni. Lo scorpione, in cerca di una nuova storia, pare essersi affidato alle previsioni di Paolo Fox: Il 2018 vi darà qualche occasione irripetibile. Ci saranno storie nuove in amore, e il cielo promette bene specie in primavera…

 

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento