L’irresistibile fascino della folla…

http://http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2017/10/10/governo-pone-fiducia-su-legge-elettorale-proteste-a-montecitorio_1cf4cf13-f720-4bae-8a95-df7bed569151.html

La sua è ormai una  “dipendenza”. Quando il pubblico umano supera le dieci unità il Diba sente l’irresistibile richiamo e si lancia su di lui, il pubblico, arringandolo con il suo compitino ben preparato da provetto fancazzista. Ieri la tentazione si è manifestata davanti a Montecitorio dove gli attivisti del Movimento liberazione Italia protestavano contro la legge elettorale.  Il leader del movimento pentastellato ha abbandonato l’aula ed è uscito davanti a Montecitorio per incontrare i manifestanti che protestavano. “Non so chi ha convocato questa manifestazione…” ha esordito Di Battista e dalla piazza è arrivata subito una secca risposta: “l’ha convocata Pappalardo!”

L’imbucato ha pensato allora di esibirsi nel successo del noto cantante leccese:

Lasciatemi gridare, Lasciatemi sfogare, Io senza amore non so stare, Io non posso  restare Seduto in disparte,Né arte né parte, Non sono capace Di stare a guardare Questi occhi di bracce E poi non provare Un brivido dentro
E correrti incontro, gridarti Ricominciamo…

Dal pubblico Sono partiti gli inviti, non troppo cortesi, a farsi da parte: “Hai rotto il c…”, “dimettiti” gli hanno urlato i manifestanti fino a quando Di Battista è stato costretto a lasciare il campo scusandosi: Pappalardo è il mio cantante preferito e non sapevo che l’avessero promosso generale…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento