Giustizia è fatta!

“J’ai décidé d’accorder à Jacqueline Sauvage une remise gracieuse du reliquat de sa peine. Cette grâce met fin immédiatement à sa détention”.

Ha sofferto 47 anni di abusi e violenze per mano del marito finendo 4 volte all’ospedale. Suo figlio subiva violenti abusi e due delle sue 3 figlie erano state anche violentate diverse volte da quel mostro di marito.

Il 9 settembre 2012 il figlio si impicca. il 10 settembre 2012 Sauvage spara 3 colpi nella schiena del marito. In Ottobre del 2014, Sauvage viene condannata a 10 anni di prigione per l’omicidio del marito.

Ieri il presidente della Repubblica François Hollande ha accordato la grazia definitiva a Jacqueline Sauvage.

La condanna a dieci anni di Jacqueline Sauvage era stata confermata il 3 dicembre dalla corte del Loir-et-Chair. Le figlie di Jacqueline Sauvage avevano scritto una lettera al presidente Hollande per chiedere la grazia a favore della madre, diventata un simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. La storia di Jacqueline Sauvage ha fatto il giro del mondo. E’ diventata un’icona vera e propria e mezzo mondo gridava allo scandalo e chiedeva il suo rilascio.

Nonostante si sia reso necessario l’intervento del Presidente, la Francia ha dimostrato un gran senso di rispetto verso questa donna e probabilmente ha dato una dimostrazione di giustizia e civiltà che andrebbe presa ad esempio e copiata.
Oggi Jacqueline ha 68 anni, l’uccisione è stata un atto disperato dopo quasi cinquant’anni di inferno coniugale. La petizione online per la scarcerazione di Sauvage, ha raccolto circa 400mila firme. Una grazia chiesta a gran voce dalle donne e da quanti sono stanchi di assistere impotenti alla violenza che si consuma quotidianamente su madri, mogli e figlie, donne oggetto della bestialità umana.

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento