Cu ivonne a fanno ngule ste stuedeche…

di Mario Guadagnolo

Io-Ciao mbà Cosimino! Auguri per il 2018

Mbà Cosimino-Auguri pure a te prufessò

Io-Mbà Cosimino dove hai passato la fine dell’anno?

Mbà Cosimino-E a ddo è ca l’agghie passate? Stamme senza sord e a ddo è ca amm a sce. Le reccune vonne a Parigge e a Niù Iork. Nu puveridde ne stame a casa nostra. Hagghie state  a casa mea cu Memena, le do figgh mie Catavetine e Ninetta cu le nipute ca uno si chiama Chevìn e l’otre ca è na piccena ca se chiama Ivonne

Io-Ivonne?

Mbà Cosimino. Si Ivonne! Sti cazz de uagnune moderne ca vedono tutte ste telenovelle a tilivisione e chiamane le piccine cu ste nome strambe! Ma ce cazz significa Ivonne? Ma cu ivonne a fanno ngule ste stuedeche compreso mio figlio e mia nuora. No eve meggh ci l’avessere chiamata Giuseppina come a bisnonna o Memena a cume a Memena mea?

Io-Mbà Cosimino, è la modernità e ti devi devi rassegnare. Piuttosto come è stato il tuo cenone Mbà Cosimino-Tubettini cu le cozze e le fasule, rise patane e cozze, chiangarelle cu le cime de rape, frizzorata de pesce (alicette, sparetidde, sardedde, vope e cazz de re) finocchio, nuce, nucedde, frutta e vine de Lizzane. E po a fine nu bell panettone cu spumande

Io-Ottimo! come è nella tradizione. E poi hai buttato anche tu le cose vecchie dal balcone e sparato i botti?

Mbà Cosimino-Prufessò mo me ste offende proprie. E ce m’è pigghiate pe nu cugghione? Le crestiane onne assute pacc a scettà tutte le mobile, le gabinette, le buttigghie, le seggie d’o balcone e enchiene le strade de munnezze! Mo onne proprie rutte u cazz cu tutte ste bombe ca menene pe le strade. Ca po se fanno male e ben gli sta. Sule le stuedeche a Tarde fanne ste strunzate e sparano le bombe no le crestiane ca tenene u cirvidd!

Io-Hai ragione. Cassonetti dei rifiuti incendiati, danni ad alcune auto, strade invase dai residui dei botti e dalla spazzatura, e per fortuna nessun ferito grave. Solo un bambino di due anni ha riportato leggere abrasioni da ustione a tre dita di una mano e un anziano che è caduto dalla bicicletta per lo scoppio di un petardo.

 Mbà Cosimino-no l’honne capite ka l’hanna speccià de fa le stuedeke tutte legiurne e l’ultema notte de l’anne…ka infre a sta cettà de malevirme no vo ku nasce kiù nisciune…

Io- Cosimo non ti capisco spiegati meglio…

Mbà Cosimino-a prima notte no ha nate nisciune. manche nu criature.  No capetave da ce no marrecorde.  Brutte signe prufessò.

Io- Comunque Buon anno Mbà Cosimino!

Mbà Cosimino-Buon anno pure a te prufessò!

Mario GUADAGNOLO

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento