“CIRCOLO CHIUSO”

CIRCOLO CHIUSO

Si è detto stupito persino Matteo: Non mi aspettavo questa reazione da parte di molti circoli del Pd. Sono stati presi letteralmente dal terrore…

“Noi restiamo nel partito per spirito di sacrificio per il rispetto verso quei militanti che con abnegazione continuano a lavorare dentro i circoli. E ci restiamo perché speriamo di poterlo cambiare”. Così ha esordito “baffino” dicendosi amareggiato della sua rottamazione e minacciando fulmini e tempesta contro il premiersegretario.

Voto no alla eriforme, sono peggio di quelle di Berlusconi e “invita” Matteo a lasciare la guida di un partito ridotto ad una sala di supporter, se non stai attento ti possono anche aggredire…” . “Noi restiamo nel partito per spirito di sacrificio“, è la premessa di D’Alema che spiega che lì chi non la pensa come Renzi ci resta “per il rispetto verso quei militanti che con abnegazione continuano a lavorare dentro i circoli. E ci restiamo perché speriamo di poterlo cambiare” e prepariamo il ritorno: “Sul voto politico si è vincolati alla disciplina di partito ma sulla riforma costituzionale, sulla Carta fondamentale che riguarda tutti i cittadini non può esserci nessuna disciplina di partito, e ognuno vota secondo la propria coscienza” “Io voto no”.

 

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento