Chi darà la pizza a Giggetto?

Se chiude il forno Salvini, dove prenderà la pizza Giggetto? E’ la domanda che in queste ore tutti si pongono. Ma andiamo per ordine cercando di capire…

Con il Pd manco a parlarne! Matteo Salvini aspetta il voto di Molise e Friuli poi farà il governo di centro destra con chi ci stà! Si dice pronto a governare da subito, ma bisognerà aspettare per capire cosa ne pensano gli elettori di Montenero di Bisaccia. Inutile chiedersi con chi. Le sue idee sono chiare. Un’ampia maggioranza di centrodestra con i cinque stelle. Solo che  Di Maio non vuole Berlusconi e Forza Italia e questi ultimi non vogliono Di Maio. Chi sa poi perchè  Giorgia Meloni non se la caga nessuno…eppure al Vinitaly a Verona c’era anche lei a  cercare un pizzaiolo per l’ITAGLIA…

“Noi vogliamo un Governo che rispetti il voto degli italiani, centrodestra e M5s. E’ tornato a tuonare l’irremovibile tombinodighisa: Se Di Maio preferisce il forno di Renzi si accomodi, libero di fare quello che vuole.

E’ noto che la pizza(focaccia) barese sia delle migliori. Il problema è che quella di Emiliano da sola non basta  e dalle parti del nazareno non hanno più voglia di trombare… la pasta della pizza và trombata per bene!

L’immagine dei due forni fu coniata da Andreotti negli anni Sessanta. Divenne la parola d’ordine della sua lunga strategia politica: la Dc doveva comprare dal forno che cuoceva meglio e costava meno… Di Maio che sembra averla riscoperta, ora afferma perentorio: aspetto ancora qualche altro giorno, poi “uno di questi due forni si chiude” riferendosi all’indecisione del pizzaiolo Salvini!!!”

Giggino Di Maio sta meditando  di rivolgersi ad un pizzaiolo magherbino, pare che siano i migliori a trombare la pasta…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento