Aspettando la Pasqua…

Troppi vincoli. Troppi veti. L’elezione di Presidenti delle due Camere oggi mostrerà plasticamente i destini della legislatura. Tutti si sentono legati al mandato elettorale ricevuto dagli elettori che per una lunga campagna elettorale hanno incitato come una agguerrita tifoseria.  Per giocare la partita devono incontrarsi. Oggi l’arbitro fischierà l’inizio ma le formazioni in campo sono confuse e difficilmente faranno risultato.

Chi come il centro destra è riuscito a mantenere una coalizione unita che esce premiata dal voto come maggioranza relativa, sia pur abdigando alla leadership della lega di Salvini, potrebbe numericamente e tatticamente portare a casa le presidenze di Camera e Senato. Il veto posto dai penta stellati su Romani potrebbe tradursi in una presa d’atto che l’accordo  con la lega di Salvini   non garantisce l’assenso di tutto il centro destra. L’acqua è poca e la papera non galleggia. Meglio tirarsi fuori che “legittimare Berlusconi”. Si riparte quindi da zero, ha detto Salvini, invitando il Pd a contribuire nella ricerca di una possibile soluzione.

L’Uomo del Monte osserva e deduce: Andranno a sbattere, si faranno male e verranno a più miti consigli…

Oggi primo giorno di scuola. I neofiti, sono tanti, saranno affascinati dal Palazzo. Difficile staccarsene…

Il Meteo di queste ore più che la primavera pare aver riportato l’inverno. La condizione sarà tradizionalmente instabile durante la settimana di passione. Poi a Pasqua con la resurrezione potrebbe tornare il sole. Del resto profeticamente dal nazareno Matteo è uscito portandosi la croce, ma sono in pochi da quelle parti a credere nella resurrezione…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento