Arieccolo…

silvio-sullo-stretto

Pare che Berlusconi abbia preferito un compleanno sobrio privo di festeggiamenti e di regali invitando  “gli amici degli amici” a devolvere in donazioni ed “opere di bene”. Il suo più grande amico ha voluto rispettare il suo desiderio  rilanciando il Ponte sullo Stretto. Matteo ha scelto l’assemblea del gruppo Salini-Impregilo per annunciarlo come parte del completamento della “Napoli-Palermo per “togliere la Calabria dall’isolamento e far sì che la Sicilia sia più vicina” e la banda larga, facendo dell’Italia una “gigabyte society”.
Il Ponte sullo Stretto di Messina può creare “centomila posti di lavoro”.

“Quello che chiedo a voi è che, finita la parte delle riforme, si possa tornare a progettare il futuro”, ha aggiunto Renzi. “Bisogna sbloccare i cantieri e serve la banda larga perché la rete di domani non sarà una diga in Italia né l’autostrada del Sole, ma la banda larga, la gigabyte society, la velocità”. “Bisogna poi continuare le grandi opere – ha scandito – dalla Bari-Lecce alla Napoli-Palermo, con il Ponte sullo Stretto, in un’operazione che sia utile, crei posti di lavoro e ci metta nelle condizioni di togliere l’isolamento della Calabria e avere la Sicilia più vicina”.
Pronta la replica del sindaco di Messina Renato Accorinti: Ho visto il premier poco tempo fa in Calabria. Era totalmente contrario al Ponte e che prima bisogna fare le infrastrutture, strade e acqua. Ma bottanissima minghia, doveva essere un sosia…

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento